Motorsport Tutte le discussioni sugli sport automobilistici

Rispondi
 
LinkBack Strumenti Discussione
  #1171  
Vecchio 16-10-2010, 18:08
L'avatar di Mika
Utente Motori.it
Data Registrazione: Jun 2010
Messaggi: 1.053
Predefinito

Deve per forza farselo alleato, credo che in un finale di stagione così bilanciato l'eventuale aiuto di un compagno di squadra possa diventare l'ago della bilancia.
Rispondi Con Citazione
  #1172  
Vecchio 16-10-2010, 18:39
Utente storico
Data Registrazione: Dec 2009
Località: Bologna
Messaggi: 13.952
Predefinito

Citazione:
Originariamente Scritto da Mika Visualizza Messaggio
credo che in un finale di stagione così bilanciato l'eventuale aiuto di un compagno di squadra possa diventare l'ago della bilancia.
E' una cosa ovvia, anche se alcuni benpensanti non vorrebbero certe alleanze.
Alla Ferrari la scelta è stata fatta; a meno di situazioni che tolgano Alonso dalla lotta, voglio vedere fino a quando la Red Bull negherà di farla
Rispondi Con Citazione
  #1173  
Vecchio 16-10-2010, 23:29
Utente esperto
Data Registrazione: Feb 2010
Località: 1 km da Maranello
Messaggi: 3.854
Predefinito

Come andranno le cose, dipenderà da Dietrich Mateschitz, gran capo della RedBull (ci mette i soldi...).
A metà anno (dopo la Turchia) disse che preferiva perdere il campionato mondiale piuttosto che fare giochi di squadra.
Ed è appunto per questa ragione che diedero solo a Vettel il nuovo spoiler a Silversone....
Sempre per la stessa ragione, durante quella corsa, Webber esclamava via radio, in contatto con Horner: "niente male per un numero due, non è vero?"
A quanto mi risulta, nessuno crede alle parole di Mateschitz, tanto meno a quelle di Horner, salvo forse un italiano...
Rispondi Con Citazione
  #1174  
Vecchio 18-10-2010, 17:22
Amministratore
Data Registrazione: Nov 2009
Messaggi: 2.988
Predefinito

Sarà da valutare la disponibilità del pilota sudamericano a prestarsi o meno ai giochi di squadra. Da alcune interviste ha mostrato irritazione per essere considerato in gara la seconda scelta e alcuni parlavano di possibile divorzio a fine stagione.
Rispondi Con Citazione
  #1175  
Vecchio 18-10-2010, 18:14
Utente esperto
Data Registrazione: Feb 2010
Località: 1 km da Maranello
Messaggi: 3.854
Predefinito

Se non torna in forma e competitivo, proprio non saprei a cosa può servire il contributo di Massa....
L'annata non è stata buona per lui e credo sia perchè è chiaramente sovrastato da Alonso, molto peggio di quanto non gli succedesse con Schumacher, in un periodo dove però Massa non si stimava come ora ed accettava come naturale il ruolo di secondo pilota.
Come la maggior parte dei piloti sudamericani, Massa è fragile psicologicamente e si blocca, cercando mille scuse. Dovrebbe serenamente ammettere a sè stesso che a parità di mezzo, in corsa non è certamente all'altezza di alcuni suoi colleghi. (la qual cosa non significa che, in particolari circostanze, non possa vincere corse e perfino il campionato)
La situazione per Massa è pesante, soprattutto alla luce del fatto che si ritrova dov'è nonostante Alonso non abbia corso una prima parte del campionato da par suo, sbagliando spesso e volentieri. O dimostra qualcosa e si rassegna al suo ruolo, almeno per quest'anno, oppure gli conviene emigrare verso altri lidi, perchè così è inutile a sè stesso ed al team.
Rispondi Con Citazione
  #1176  
Vecchio 18-10-2010, 19:04
Utente storico
Data Registrazione: Dec 2009
Località: Bologna
Messaggi: 13.952
Predefinito

A mio modo di vedere la Ferrari farebbe bene a chiarire la situazione per il prosimo anno; è anche vero che noi probabilmente non sapremo mai cosa si diranno realmente e gli accordi che verranno presi; comunque se Massa non accetta il ruolo di seconda guida meglio cambiare.
Di giovani molto promettenti che verrebbero di corsa a fare la seconda guida in Ferrari ce ne sono anche troppi.
Rispondi Con Citazione
  #1177  
Vecchio 18-10-2010, 20:40
Utente storico
Data Registrazione: Dec 2009
Località: Bologna
Messaggi: 13.952
Predefinito

Interessante intervista a Bernie Ecclestone oggi sul sito ufficiale della Formula 1
Per chi mastica poco l'inglese ecco la traduzione tramite google

Intervista esclusiva con Bernie Ecclestone La risposta fu veloce come un colpo. 'Sono ancora qui!' Questo il titolo di Formula Uno Bernie Ecclestone, CEO del Gruppo vuole vedere come si prepara per il suo 80 ° compleanno, alla fine di questo mese. E infatti, lui è ancora molto qui - tanto nel fatto che è arrivato stranamente in ritardo per l'intervista perché era stato coinvolto in tre incontri simultanei, 'cercando di risolvere i problemi'. Prima del suo nono decennio, l'indomabile britannico ripercorre i suoi successi - e guarda avanti al suo successore ...

D: Bernie, ci sono centinaia di storie su di voi e ancora la gente fatica a capire chi sei. Chi è Bernie Ecclestone?
Bernie Ecclestone: un ex rivenditore di auto usate. (Ride)

D: Ma ci deve essere un momento in cui hai capito che sono stati più intelligenti che vi circonda, che si potevano vedere le opportunità più rapido rispetto alla maggior parte ...
BE: Non pensare a queste cose. Sei in business e fare quello che penso sia giusto. Non credo che un artista avrebbe improvvisamente pensare: 'Beh, da oggi in poi, sono un artista'. Un pittore inizia a dipingere senza sapere se lui sarà famoso un giorno. Che cresce. E 'così semplice.

D: Come allora si finisce nelle corse automobilistiche, 'creazione' quello che noi oggi conosciamo come la Formula Uno?
BE: ho usato per i motocicli e automobili gara, e poi ho comprato Brabham. In qualche modo io sono sempre stato coinvolto con le gare. Ho iniziato a correre ed ero gestione di un'impresa. Racing era una specie di hobby.

D: La tua carriera agonistica è stata una vita breve. E 'stato deludente quando ha capito che non erano buoni abbastanza? Sembra essere l'unica cosa che hanno lottato con ...
BE: Non era un caso di non essere buono come avrei voluto essere. E 'stato un caso di quanto impegno ci mettete. Ero la gestione di un'impresa e l'esecuzione di tale attività era più importante della corsa. Così mi sono concentrato sulla gestione delle imprese e non sulla competizione. È per questo che ho smesso.

Q: Hai mai avuto un modello di ruolo?
BE: No. Perché non si può mai dire che si vuole essere come qualcun altro. In caso contrario, vorrei dire mi piacerebbe essere come Robert Redford. Ma queste cose non accadono.

D: C'è una differenza tra Formula Uno di Bernie Ecclestone e Bernie Ecclestone, l'essere umano?
BE: Spero che io sono un essere umano in Formula Uno. Quindi la risposta è no.

D: Avete seguito le linee guida nel corso degli anni?
BE: non ho mai avuto alcuna intenzione di programmare nulla. Le cose accadono e io cerco di fare il meglio con ciò che è disponibile. Probabilmente questo è un dono naturale - quello che molte persone hanno.

D: Ma non ci sono molte persone intorno che hanno raggiunto quello che hai ...
BE: Sono stato fortunato.

D: E 'davvero solo fortuna? Alcuni dicono che fanno la propria fortuna ...
BE: Quello che devi fare, quando l'occasione è lì, è quello di prenderlo. Un sacco di persone che trascinano la loro vita dicendo: 'Avrei potuto fare questo' e 'avrei potuto fare quello'. Ho preso opportunità.

D: Puoi dire quello che queste tre cose per te - denaro, potere e successo? Cominciamo con i soldi ...
BE: Significa zero per me.

Q: Power?
BE: Zero.

D: Il successo?
BE: Zero. Faccio solo quello che penso di avere a che fare. Se mi mandi a fare un lavoro, vorrei fare il meglio che ho potuto per te. È che avere successo?

Q: Denaro, potere e successo - avete tutti e tre. Quale dei tre potrebbe andare senza?
BE: io preferirei non andare senza soldi, ma non è la cosa più importante. Successo? Il successo si ottiene se si hanno realizzato qualcosa. Non avendo successo vorrebbe dire non fare nulla - a letto tutto il giorno.

Q: Sei stato sorpreso da quanto successo vi è stato nel corso degli anni?
BE: Sono stato fortunato con molte cose.

D: Ma ovunque si vada c'è una limousine in attesa e una scorta di polizia - gli attributi di un uomo di successo. Ci sono momenti in cui hai appena albeggia su quanto successo sei?
BE: Ah, la scorta di polizia ... penso che vogliono solo fare in modo che ci arrivo.

D: La fortuna sembra essere un fattore importante nella vostra vita. Che cosa significa per voi la fortuna?
BE: E 'il momento giusto e nel posto giusto e avere il coraggio di cogliere l'opportunità.

D: Riesci a ricordare una situazione in cui ti sei sentito veramente era stato toccato dalla fortuna?
BE: Non riesco a ricordare. E mi è successo tante volte. Ah, una cosa che mi ricordo è stato durante la guerra e io ero fuori raccogliendo le patate per fare qualche soldo, quando un aereo da guerra tedesca è sceso a pochi metri da dove mi trovavo. L'impatto mi ha preso e mi ha fatto esplodere a distanza - ma che era - non ho nemmeno lesioni di lieve entità! Che è stata fortuna! E questa fortuna non aveva nulla a che fare con me. Non avevo io, non ero riuscito - ero solo sanguinosa fortunato. Ovviamente, un sacco di gente deve sentire che sono stati sfortunati in quel giorno ... (ride)

D: Vi è un elemento piuttosto insolita in questa stanza - un qualcosa che può non associare automaticamente con voi - il casco di un combattente del fuoco. Ci deve essere una storia ad esso collegati ...
BE: Una volta mi chiesero che cosa avrei scritto nella mia descrizione del lavoro e gli ho detto io sono un vigile del fuoco. Questo è esattamente quello che sono - un vigile del fuoco! Un sacco di gente pensa che io lancio più fuochi che ho messo fuori ...

D: Se tu non fossi finito in corse automobilistiche, ha avuto un 'Piano B'?
BE: Ho sempre voluto gestire un'impresa. Ho capito che per essere un pilota che dovete fare a tempo pieno - e non ero disposto a farlo. Ho voluto gestire un'impresa.

D: Ma si potrebbe avere raccolto tutto il commercio ...
BE: Sono sempre stato troppo occupato a ricordare ciò che avrebbe potuto essere. Mi piace quello che sto facendo - altrimenti io non lo farei. Ho la fortuna di poter avere questa scelta. Se io non voglio farlo, non ho per farlo. Io non lo faccio per soldi. Ma se faccio qualcosa che voglio fare in modo che le cose vengano fatte correttamente. Questa è la stessa cosa con un uovo di ebollizione o di fare un importante contratto. E se ho la sensazione che ho non posso farlo correttamente, allora io non lo farei.

D: Lei sembra sempre di avere saputo che cosa si può fare e cosa non si può fare ...
BE: Probabilmente gli altri solo che non sono stati preparati a rinunciare a ciò si deve rinunciare a fare un lavoro adeguato. Mi hanno dato un sacco di cose a causa di questo.

D: Quando ti guardi allo specchio, a volte penso: 'E' che mi scrivono e parlano di '?
BE: In questi giorni cerco di non (si guardi allo specchio)! (Ride) Ma no, perché sto solo facendo un lavoro. E quello che faccio, spero di fare bene.

Q: Ci sono ancora molti che credono il tuo più grande motivazione è il denaro ...
BE: non ho mai fatto nulla per soldi. Il denaro è un sottoprodotto di quello che faccio. A partire dai primi giorni. Ho avuto un business di grande successo quando avevo 20 anni. Ciò che mi ha motivato anche allora era di fare buoni affari - non per fare soldi. Il denaro esce di buoni affari, che la gente non capisce. Non credo che troverete qualcuno che è più che agiata fare ciò che fa solo per fare più soldi.

D: Hai qualche visione della Formula Uno dove potrebbe andare nel prossimo decennio?
BE: No. Sono preoccupato per il prossimo anno! Chiunque inizia dicendo oggi ciò che sta per accadere in tre anni è sbagliato. Altrimenti non avremmo i problemi che abbiamo sono solo vivendo.

D: Vi è un concetto nel paddock che ci vogliono ancora 12 team principal per fare un Bernie Ecclestone. Cosa pensi quando senti qualcosa di simile?
BE: Vedremo! (Ride) Si dovrebbe probabilmente tutti che corrono la propria attività correttamente e non preoccuparti degli altri '. Ciò che è bene per la Formula Uno è un bene per tutti gli interessati - le squadre e le società. Troppe persone pensano solo a ciò che è bene per loro. E 'lo stesso con le regole - ma solo pensare a quello che può farli vincere.

D: E 'tutto su ego?
BE: Io non la chiamerei io ma stupidità. Essi dovrebbero pensare a tutto il lato globale di esso. Tutte le squadre sono molto competitivi e vogliono vincere, che io appoggio completamente, ma hanno bisogno di voler vincere in termini di livello e non cercare di ottenere un grande vantaggio. Se hanno un vantaggio perché qualcuno progetta una macchina migliore o hanno un driver migliore o strategia, quindi super. Ma non dovrebbe cercare di definire le cose in modo che possano andare a sapere che avranno un vantaggio. Molti di loro vorrebbero andare e avere un po 'di un motore più grande degli altri, che non è davvero la strada da percorrere.

D: Ultimamente ci sono stati un sacco di programmi che mostrano Formula Uno 40 anni fa, come è stato il 40 ° anniversario della morte di Jochen Rindt. I driver in quei giorni sembravano tutte e si comportava come stelle. Che cosa è successo ai personaggi dei driver da allora?
BE: Penso che le squadre stesse non incoraggiare i piloti ad essere particolarmente libero. Ed è più facile per i ragazzi a non essere, anche se devo dire che ci sono un sacco di bravi ragazzi corse al momento. Ma ci vuole molto tempo per costruire i personaggi - non crescono durante la notte.

D: Hai qualche idea su chi verrà dopo di te?
BE: Non ne ho idea. Essi dovrebbero probabilmente guardare fuori per un altro rivenditore di auto usate!
Rispondi Con Citazione
  #1178  
Vecchio 19-10-2010, 00:18
Amministratore
Data Registrazione: Nov 2009
Messaggi: 2.988
Predefinito

L'ho letta in italiano (tradotta bene però rispetto al traduttore ) e dice delle cose personali, non ci sono dettagli riguardanti la Formula 1 in senso stretto ma è un Bernie privato che esce fuori
Rispondi Con Citazione
  #1179  
Vecchio 19-10-2010, 10:34
Amministratore
Data Registrazione: Nov 2009
Messaggi: 2.988
Predefinito

Accordo trovato per il GP di Russia.

Motori.it
Rispondi Con Citazione
  #1180  
Vecchio 19-10-2010, 12:03
L'avatar di ecochic
Utente Motori.it
Data Registrazione: Nov 2009
Messaggi: 1.089
Predefinito

Citazione:
Originariamente Scritto da goldsun Visualizza Messaggio
Questa volta non è secondo noi, è proprio la vera squallida realtà
No questa è una vostra idea, certo rispettabile perchè voi ne capite, ma i dati di fatto su come reagirà la pista li avremo solo quando le auto avranno corso
Rispondi Con Citazione
  #1181  
Vecchio 19-10-2010, 14:02
Utente esperto
Data Registrazione: Feb 2010
Località: 1 km da Maranello
Messaggi: 3.854
Predefinito

La realtà è che i nuovi circuiti andrebbero sempre testati effettuandoci delle competizioni minori, e non solo per verificare la tenuta del manto stradale.
Che l'asfalto tenga oppure no, far correre la F1 su un circuito che non na mai ospitato nemmno una corsa a piedi è una decisione azzardatissima, che può prendere soltanto chi pensa al proprio tornaconto in dollari.
Questa non è un'idea personale, ma un fatto oggettivo che si sta per verificare.
Rispondi Con Citazione
  #1182  
Vecchio 19-10-2010, 15:07
Amministratore
Data Registrazione: Nov 2009
Messaggi: 2.988
Predefinito

Secondo il vostro parere potrebbe essere un pericolo dal punto di vista della sicurezza o solo per quanto riguarda le prestazioni?
Rispondi Con Citazione
  #1183  
Vecchio 19-10-2010, 15:25
Utente esperto
Data Registrazione: Feb 2010
Località: 1 km da Maranello
Messaggi: 3.854
Predefinito

Ad esempio, se si sfalda l'asfalto in tratti di accelerazione ed un pezzetto di manto viene proiettato dalle ruote posteriori verso chi segue, potrebbero capitare incidenti simili a quello di Massa all'Hungaroring.
Mi auguro che ciò non succeda, ma questa è una delle cose che non si dovrebbero "scoprire" in qualifica od in gara, soprattutto in una corsa di F1.
Rispondi Con Citazione
  #1184  
Vecchio 19-10-2010, 15:53
Amministratore
Data Registrazione: Nov 2009
Messaggi: 2.988
Predefinito

Certo, è pericoloso quindi non conoscere la "reazione" del manto stradale alle sollecitazioni delle monoposto.
Rispondi Con Citazione
  #1185  
Vecchio 19-10-2010, 16:36
Utente storico
Data Registrazione: Dec 2009
Località: Bologna
Messaggi: 13.952
Predefinito

è tutta l'organizzazione che non è mai stata rodata.
In gara può accadere di tutto; verifichiamo ad ogni gran premio che anche in circuiti storici capitano fatti che lasciamo perplessi; con tutto il rispetto per i coreani che esperienza possono avere commissari di percorso, soccorritori ecc ecc? Come reagirerebbero a situazioni che necessitano di decisioni improvvise.
Il direttore di gara è sempre lui, ma a chi darà i suoi ordini?
Rispondi Con Citazione
Rispondi

Strumenti Discussione

Regole di Scrittura
Tu non puoi inviare nuove discussioni
Tu non puoi inviare risposte
Tu non puoi inviare allegati
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice BB è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato
Trackbacks are Attivato
Pingbacks are Attivato
Refbacks are Attivato

Vai al Forum


Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 02:32.