Motorsport Tutte le discussioni sugli sport automobilistici

Rispondi
 
LinkBack Strumenti Discussione
  #9331  
Vecchio 16-04-2019, 10:49
L'avatar di Frank
Supermoderatore
Data Registrazione: Dec 2010
Messaggi: 18.012
Predefinito

Senza quei piloti Renault sarebbe ai livelli di McLaren

Su Ferrari dico però che ci sono da considerare i nuovi regolamenti, che con l'ala davanti semplificata hanno rallentato un po' le monoposto, e bisognerebbe controllare la temperatura che c'era nel 2018 e confrontarla con quella di questa edizione.

Se non migliorano l'affidabilità non possono puntare a vincere gare e a recuperare. Mercedes di sicuro superiore ma voglio vedere dove si correrá col caldo se hanno risolto i loro problemi di gestione degli pneumatici. L'impressione é che la Ferrari potenzialmente sia comunque forte (vedi test Barcellona) ma che in questi primi GP abbia corso in difesa per i problemi sopra citati non riuscendo ad esprimere il massimo potenziale.

Su Renault non saprei bene cosa dire. I progressi con la PU ci sono stati ma probabilmente minori di quanto ci si aspettasse. Probabilmente mancano di areo e telaio, non si spiegano altrimenti questi distacchi. Per Riccardo e Hulkenberg l'unica soddisfazione é di correre in un team ufficiale e guadagnare bene, ma altri buoni motivi per correre con i francesi non li vedo
Rispondi Con Citazione
  #9332  
Vecchio 16-04-2019, 12:04
Utente esperto
Data Registrazione: Feb 2010
Località: 1 km da Maranello
Messaggi: 3.802
Predefinito

Per la temperatura non so, tuttavia, la pole di Vettel in Bahrain nel 2018 era 1’27”958, mentre quella di Leclerc 1:27:866. Sempre in Baharin, il Q3 di Vettel, sicuramente penalizzato, e frenato, dal dover fare il tempo in un solo tentativo, è stato di un decimo superiore alla sua pole del 2018.
In Cina le cose sono andate in modo radicalmente diverso, con tempi peggiori di 0,7 secondi rispetto al 2018. Insomma, come se la Ferrari avesse nuovamente caricato una mappatura meno spinta, per ritrovare affidabilità
Cosa potremmo dedurne? Che nel 2019 la Ferrrai è più forte ma difetta di affidabilità. Dove ha corso a briglia sciolta, come in Bahrain nel 2019, la Ferrari ha staccato tempi migliori di quelli 2018, segno che la monoposto è almeno al livello dello scorso anno.
Tra l'altro, se vai a rivedere un link che ho postato alcuni giorni fa , la maggior parte delle monoposto quest'anno è più veloce, segno che l'impatto delle modifche regolamentari è risibile sulle prestazioni.

Citazione:
Originariamente Scritto da Frank Visualizza Messaggio
Su Ferrari dico però che ci sono da considerare i nuovi regolamenti, che con l'ala davanti semplificata hanno rallentato un po' le monoposto, e bisognerebbe controllare la temperatura che c'era nel 2018 e confrontarla con quella di questa edizione.+
Rispondi Con Citazione
  #9333  
Vecchio 16-04-2019, 12:20
Utente esperto
Data Registrazione: Feb 2010
Località: 1 km da Maranello
Messaggi: 3.802
Predefinito

Secondo me hanno un telaio ed un'aero carente associata ed un'unità propulsore insufficiente come potenza. Un motore che è stato vincolata nelle dimensioni e nella forma da esigenze di progetto telaistico e di aerodinamica. Nulla di nuovo sotto il sole, cose accadute anche in Ferrari, direi nel 2016 (potrei sbagliare l'anno).
Se non danno priorità al propulsore e non cercano un Newey capace di costruire una vettura telaisticamente e per aerodinamica "eccelente", è difficile che possano venirne fuori.
Intravedo somiglianze tra la gestione di Bouiller in McLaren e quella di Abiteboul in Renault. Va sempre tutto bene... prima, ma non appena il campionato riprende, le prestazioni sono sempre quelle, deludenti per non dire mediocri.
Gli uomini al comando contano, DT e DS principalmente (altro che storie...). Poco può fare un pilota se la monoposto non ha le prestazioni che dovrebbe. In questa F1, il peso del pilota è marginale. Un po' perchè sono vetture da corsa relativamente troppo "facili" da pilotare, e molto perchè non si gira al limite della prestazione, ma per massimizzare la resa degli pneumatici. Il "manico" può fare la differenza, ma solo relativamente al tuo compagno di team. Anche mettendo Hamilton su una qualsiasi delle monoposto di "serie B", non avrebbe alcuna possibilità di arrivare vicino a RedBull, Ferrari e Mercedes.


Citazione:
Originariamente Scritto da Frank Visualizza Messaggio
Su Renault non saprei bene cosa dire. I progressi con la PU ci sono stati ma probabilmente minori di quanto ci si aspettasse. Probabilmente mancano di areo e telaio, non si spiegano altrimenti questi distacchi. Per Riccardo e Hulkenberg l'unica soddisfazione é di correre in un team ufficiale e guadagnare bene, ma altri buoni motivi per correre con i francesi non li vedo
Rispondi Con Citazione
  #9334  
Vecchio 16-04-2019, 12:52
Utente esperto
Data Registrazione: Feb 2010
Località: 1 km da Maranello
Messaggi: 3.802
Predefinito Ho ritrovato la notizia

Ecco cosa diceva l'ex Catheram nel 2017

Abiteboul: "Vicini alla Mercedes, il sorpasso solo nel 2018"

https://it.motorsport.com/f1/news/ab...872735/872735/

...penso che il primo errore della Renault sia proprio quello dell'organigramma, una struttura dove manca la figura del DS, inglobata in quella del "managing director".
Dovevano tenersi stretto Vasseur, se volevano risalire la china.
Rispondi Con Citazione
  #9335  
Vecchio 16-04-2019, 19:25
L'avatar di Frank
Supermoderatore
Data Registrazione: Dec 2010
Messaggi: 18.012
Predefinito

Citazione:
Originariamente Scritto da tuner Visualizza Messaggio
Tra l'altro, se vai a rivedere un link che ho postato alcuni giorni fa , la maggior parte delle monoposto quest'anno è più veloce, segno che l'impatto delle modifche regolamentari è risibile sulle prestazioni.
Sisi ricordo la tabella, e sono d'accordo sul fatto che in generale siano più veloci. Ma se non limitavano il carico sull'ala davanti andavano ancora più forti. Io avrei ridotto ancora un bel po' l'aero in F1, spero lo capiscano in futuro...

Il DTM era diventato una roba inguardabile, hanno tolto abbassato del 30% l'aerodinamica delle vetture e di colpo è tornato ad essere sport

Citazione:
Originariamente Scritto da tuner Visualizza Messaggio
Secondo me hanno un telaio ed un'aero carente associata ed un'unità propulsore insufficiente come potenza. Un motore che è stato vincolata nelle dimensioni e nella forma da esigenze di progetto telaistico e di aerodinamica. Nulla di nuovo sotto il sole, cose accadute anche in Ferrari, direi nel 2016 (potrei sbagliare l'anno).
Se non danno priorità al propulsore e non cercano un Newey capace di costruire una vettura telaisticamente e per aerodinamica "eccelente", è difficile che possano venirne fuori.
Intravedo somiglianze tra la gestione di Bouiller in McLaren e quella di Abiteboul in Renault. Va sempre tutto bene... prima, ma non appena il campionato riprende, le prestazioni sono sempre quelle, deludenti per non dire mediocri.
Gli uomini al comando contano, DT e DS principalmente (altro che storie...). Poco può fare un pilota se la monoposto non ha le prestazioni che dovrebbe. In questa F1, il peso del pilota è marginale. Un po' perchè sono vetture da corsa relativamente troppo "facili" da pilotare, e molto perchè non si gira al limite della prestazione, ma per massimizzare la resa degli pneumatici. Il "manico" può fare la differenza, ma solo relativamente al tuo compagno di team. Anche mettendo Hamilton su una qualsiasi delle monoposto di "serie B", non avrebbe alcuna possibilità di arrivare vicino a RedBull, Ferrari e Mercedes.
Arrivati a questo punto non si può giustificare più nessuno. Serve una rivoluzione altrimenti i risultati sono questi. Renault quest'anno rischia una figuraccia perché se i motorizzati clienti di Ferrari si mettono a posto, i francesi sprofondano dietro.

Probabilmente come dici tu mancano anche gli uomini, oppure quelli giusti non hanno abbastanza peso e non sono responsabilizzati all'interno del team. In Ferrari quando cambiarono tutto dopo quel fallimento clamoroso del 1° anno di ibridi, poi le promozioni dei più "giovani" portarono a tutt'altro risultato...
Rispondi Con Citazione
  #9336  
Vecchio 16-04-2019, 23:23
Utente esperto
Data Registrazione: Feb 2010
Località: 1 km da Maranello
Messaggi: 3.802
Predefinito Gomme Baku

A parte la "genialata" di denominare in modo uguale i diversi compound a seconda dei GP, così che la gomma rossa, o gialla, o bianca, è in realtà diversa da GP a GP, qualcuno mi spiega perchè Ferrari riesce sempre a "partorire" strategie mediamente diverse dalla logica e da quello che mediamente fanno gli avversari?
Unici con 5 treni di "gialle", unici con 7 di "rosse".

Rispondi Con Citazione
  #9337  
Vecchio 17-04-2019, 08:45
L'avatar di Frank
Supermoderatore
Data Registrazione: Dec 2010
Messaggi: 18.012
Predefinito

Probabilmente vogliono mettersi nella condizione di azzardare meno soste, andando a logica. Se hanno pensato questo a Baku dove i crash sono frequenti sono già partiti male...

Oppure non c'ho capito niente io
Rispondi Con Citazione
  #9338  
Vecchio 17-04-2019, 11:25
Utente esperto
Data Registrazione: Feb 2010
Località: 1 km da Maranello
Messaggi: 3.802
Predefinito

Errare è umano, ma perseverare...
In Cina hanno perso 20 secondi ed una posizione in classifica (RedBull ringrazia) decidendo che si poteva fare il GP con solo una sosta (Leclerc), cioè mantenendo la strategia decisa a tavolino fino alle estreme conseguenze (poi la sosta l'hanno dovuta fare lo stesso) anche se il cronometro, era da un pezzo diceva fosse una caz..ta.
Una calcolatrice con le 4 operazioni, di quelle che si trovano anche nell'uovo di pasqua come sorpresa, bastava ed avanzava, sempre che ci fosse qualcuno capace di modificare la strategia di fronte all'evidenza dei fatti.
L'arte di modificare le strategie, per evitare guai e trasformare le difficoltà in opportunità, si chiama tattica. Anche se a Maranello non va di moda, resta una capacità indispensabile per massimizzare i risultati ed i punteggi.

Detto questo, se c'è un GP dove le statistche parlano chiaro in termini di uscite della SC, è proprio Baku. Tra l'altro, con lo spoiler anteriore "allargato", la probabilità di contatti e conseguente necessità di pulire il tracciato aumenta. Insomma, un team poco capace nell'arte di modificare le strategie, dovrebbe almeno pensare molto attentamente a scegliere quella che, ragionevolmente, appare la più adatta a quel circuito in condizioni di gara. Quando sei l'unico ad andare controcorrente, qualche domanda te la dovresti porre, specialmente se non sei quello che sta dominando il campionato.
Auguri...

Citazione:
Originariamente Scritto da Frank Visualizza Messaggio
Probabilmente vogliono mettersi nella condizione di azzardare meno soste, andando a logica. Se hanno pensato questo a Baku dove i crash sono frequenti sono già partiti male...

Oppure non c'ho capito niente io
Rispondi Con Citazione
  #9339  
Vecchio 18-04-2019, 19:45
L'avatar di Frank
Supermoderatore
Data Registrazione: Dec 2010
Messaggi: 18.012
Predefinito

Credo che Leclerc dalla prossima in poi non si fará piú "fregare" con queste strategie stupide. D abbiamo anche capito che non fará piú certi favori a Vettel...

Lasciate correre il ragazzo, ordini di scuderia a inizio campionato non si possono davvero vedere
Rispondi Con Citazione
  #9340  
Vecchio 19-04-2019, 01:25
Utente esperto
Data Registrazione: Feb 2010
Località: 1 km da Maranello
Messaggi: 3.802
Predefinito

Pensa che c'è un giornalista che ha spiegato come fosse corretto favorire Vettel, e questo, per l'enorme l'investimento in denaro fatto dalla Ferrari con il pilota tedesco.
Il personaggio, di cui non voglio fare il nome, è un mistificatore. Vero che la Ferrari ha speso un patrimonio su Vettel, ma l'investimento non l'ha fatto sul pilota, bensì sulla possibilità che gli permettesse di vincere un mondiale.
La priorità della Ferrari è vincere il mondiale, sia esso piloti o costruttori, perchè solo così hanno senso gli "investimenti". Che sia "Mario Kart-Vettel" o Leclerc, non fa nessuna differenza, mentre fa una grandissima differenza perdere il mondiale piloti o costruttori, lasciando per strada punti in quel modo.

Citazione:
Originariamente Scritto da Frank Visualizza Messaggio
Credo che Leclerc dalla prossima in poi non si fará piú "fregare" con queste strategie stupide.
Rispondi Con Citazione
  #9341  
Vecchio 19-04-2019, 13:42
L'avatar di Frank
Supermoderatore
Data Registrazione: Dec 2010
Messaggi: 18.012
Predefinito

Citazione:
Originariamente Scritto da tuner Visualizza Messaggio
Pensa che c'è un giornalista che ha spiegato come fosse corretto favorire Vettel, e questo, per l'enorme l'investimento in denaro fatto dalla Ferrari con il pilota tedesco.
Il personaggio, di cui non voglio fare il nome, è un mistificatore. Vero che la Ferrari ha speso un patrimonio su Vettel, ma l'investimento non l'ha fatto sul pilota, bensì sulla possibilità che gli permettesse di vincere un mondiale.
La priorità della Ferrari è vincere il mondiale, sia esso piloti o costruttori, perchè solo così hanno senso gli "investimenti". Che sia "Mario Kart-Vettel" o Leclerc, non fa nessuna differenza, mentre fa una grandissima differenza perdere il mondiale piloti o costruttori, lasciando per strada punti in quel modo.
"Giornalista"

Vettel sono tre anni che è indifendibile. Leclerc appena arrivato in Ferrari gli è già sopra, pian piano si affinerà e vedrai che anche in qualifica gli darà una paga non indifferente

Da quando in F1 si corre guardando a quanto è costato un pilota? Ma per favore, ma dove è vissuta questa gente fino ad ora? Incredibile
Rispondi Con Citazione
  #9342  
Vecchio 19-04-2019, 15:47
Utente esperto
Data Registrazione: Feb 2010
Località: 1 km da Maranello
Messaggi: 3.802
Predefinito

Qualche post "fa" avevi chiesto da quale politico era "protetto" Vettel.
...le mie sono solo supposizioni, ma credo che non c'entri alcun politico.
Il sospetto, se non fondato plausibile, è che a Maranello ci siano due fazioni (sospetto avallato dal fatto che in Ferrari è sempre stato così).
Quella che si era spesa per Vettel, preferirebbe nessun mondiale, piuttosto della conferma che si è a suo tempo puntato sul cavallo "bolso".
Il cosiddetto giornalista, nella "miglior tradizione" della categoria (negli ultimi anni), non scrive per informare il pubblico, ma per ingraziarsi chi gli paga la pagnotta. Insomma, per portare il pubblico a pensare in un certo modo piuttosto che in un altro.
Come tutti coloro che "vendono", meno conoscono il prodotto e più facile gli viene promuovere una "sola". Se sapessi cos'è la F1, faticheresti a scrivere certe sciocchezze.

Citazione:
Originariamente Scritto da Frank Visualizza Messaggio
Da quando in F1 si corre guardando a quanto è costato un pilota? Ma per favore, ma dove è vissuta questa gente fino ad ora? Incredibile
Rispondi Con Citazione
  #9343  
Vecchio 20-04-2019, 12:13
L'avatar di Frank
Supermoderatore
Data Registrazione: Dec 2010
Messaggi: 18.012
Predefinito

Citazione:
Originariamente Scritto da tuner Visualizza Messaggio
Qualche post "fa" avevi chiesto da quale politico era "protetto" Vettel.
...le mie sono solo supposizioni, ma credo che non c'entri alcun politico.
Il sospetto, se non fondato plausibile, è che a Maranello ci siano due fazioni (sospetto avallato dal fatto che in Ferrari è sempre stato così).
Quella che si era spesa per Vettel, preferirebbe nessun mondiale, piuttosto della conferma che si è a suo tempo puntato sul cavallo "bolso".
Il cosiddetto giornalista, nella "miglior tradizione" della categoria (negli ultimi anni), non scrive per informare il pubblico, ma per ingraziarsi chi gli paga la pagnotta. Insomma, per portare il pubblico a pensare in un certo modo piuttosto che in un altro.
Come tutti coloro che "vendono", meno conoscono il prodotto e più facile gli viene promuovere una "sola". Se sapessi cos'è la F1, faticheresti a scrivere certe sciocchezze.
Il commento sul politico che protegge era ironico, ma in realtá c'é poco da ironizzare perché sembra proprio cosí

L'anno scorso avevo letto di un rumors secondo cui ad Arrivabene e non piaceva Vettel ma lo proteggeva come fosse un figlio. Ora che non c'é piú, e vedendo come viene trattato il buon Seb mi viene il dubbio come dici tu che ci sia una corrente Vetteliana che spinge e protegge ancora il tedesco all'interno del team.

La resistenza pian pianino si sgretolerá, Leclerc é destinato a distruggere il campione che si fa "vecchio" é che ormai é bollito sotto tutti gli aspetti. Certo, non mi aspetto un Vettel che molla di schianto tutto e subito ma la fine di questo duello sará un po' quello che vedemmo ai tempi di Ricciardo-Vettel in RB. L'unica descriminante puó essere la Ferrari di Leclerc che magari puó non essere all'altezza di quella di Seb. Guarda caso il problema é capitato al ragazzo e non al piú lento e falloso Vettel ...
Rispondi Con Citazione
  #9344  
Vecchio 21-04-2019, 03:20
Utente esperto
Data Registrazione: Feb 2010
Località: 1 km da Maranello
Messaggi: 3.802
Predefinito

Il nemico di Vettel è sempre stato Vettel, nel senso che si tratta di un pilota psicologicamente fragile. Pochi se lo ricordano, ma i segnali di quella debolezza datano agli esordi (2007, Giappone), ben prima che la felice combinazione fra una RedBull imbattibile e le sue caratteristiche di velocità lo portassero a vincere dei titoli mondiali.
Senza nulla togliere alle sue doti di velocità, chiunque su quella RedBull avrebbe vinto quei mondiali, a partire dal campione mondiale della "sfortuna" Mark Webber.
Leclerc ha nervi d'acciaio, specie in proporizone a età ed esperienza, quindi è molto "peggio" di quanto non fosse il "simpatico" Ricciardo. Il nuovo pilota della Ferrari è l'esatto opposto di Vettel e finirà per mandarlo in crisi, specialmente nel caso in cui la monoposto di Maranello dovesse risultare meno performante del previsto.
Credo sia la ben nota debolezza psicologica del pilota tedesco, a fronte della solidità di Leclerc, ad impensierire il gruppo dei "vetteliani". Il testacoda durante il sorpasso di Hamilton in Barhain, classica reazione da cortina nera che cala sugli occhi, è stata una manovra da rookie, che nessuno si sarebbe aspettato da un pluricampione del mondo.

Citazione:
Originariamente Scritto da Frank Visualizza Messaggio
Leclerc é destinato a distruggere il campione che si fa "vecchio" é che ormai é bollito sotto tutti gli aspetti. Certo, non mi aspetto un Vettel che molla di schianto tutto e subito ma la fine di questo duello sará un po' quello che vedemmo ai tempi di Ricciardo-Vettel in RB. L'unica descriminante puó essere la Ferrari di Leclerc che magari puó non essere all'altezza di quella di Seb. Guarda caso il problema é capitato al ragazzo e non al piú lento e falloso Vettel ...
Rispondi Con Citazione
  #9345  
Vecchio 28-04-2019, 16:22
Utente esperto
Data Registrazione: Feb 2010
Località: 1 km da Maranello
Messaggi: 3.802
Predefinito Strategie demenziali

GP di Baku... e la Ferrari si dimostra nuovamente tatticamente "incapace ai massimi livelli", oppure, deliberatamente votata a sacrificare Leclerc per favorire Vettel (limitatamente a tenergli dietro il pilota monegasco).
Era palese come si potesse aggiungere un pit a Leclerc, quando subito dopo il cambio delle Mercedes il vantaggio di Leclerc era attorno ai 14 secondi da Bottas e 18 da Vettel, sufficiente per rientrare in pista davanti a Verstappen.
Solo i ciechi potevano non vedere la tattica Gialle-Rosse-Gialle, che stava "lampeggiando" davanti agli occhi di tutti.
A questo punto, se non cacciano a pedate gli strateghi (menti flessibili come una putrella d'acciaio), significa che l'obiettivo di Maranello è circoscritto a massimizzare i punti in classifica a Vettel e tenergli dietro Leclerc. Del mondiale piloti e del campionato costruttori, è evidente che non interessa.

PS: ... e 4° posto regalato alla RB in 2 GP

Ultima modifica di tuner; 28-04-2019 alle 17:40
Rispondi Con Citazione
Rispondi

Strumenti Discussione

Regole di Scrittura
Tu non puoi inviare nuove discussioni
Tu non puoi inviare risposte
Tu non puoi inviare allegati
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice BB è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato
Trackbacks are Attivato
Pingbacks are Attivato
Refbacks are Attivato

Vai al Forum


Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 23:58.