Motorsport Tutte le discussioni sugli sport automobilistici

Rispondi
 
LinkBack Strumenti Discussione
  #9271  
Vecchio 15-03-2019, 15:32
Utente esperto
Data Registrazione: Feb 2010
Località: 1 km da Maranello
Messaggi: 3.805
Predefinito

In FP2 la Ferrari ha girato poco ed è uscita con le hard quando gli altri avevano le soft. Volendo essere ottimisti, sono sicuri del fatto loro ed hanno conservato le gomme. Guardando invece il bicchiere mezzo vuoto, ci sono problemi di assetto o di affidabilità da risolvere ed era inutile girare con le coperture più morbide.

La Williams si sapeva avrebbe faticato, ma c'è da dire che la McLaren ha davvero brillato poco.

RedBull non ha perso in potenza con l'Honda, rispetto a Renault, ma da qui a dire che ne hanno abbastanza per stare a livello di Ferrari e Mercedes ce ne corre.

Mercedes tutt'altro che in crisi, direi, poi magari domani cambia tutto e vanno in difficoltà.. ma su questa seconda ipotesi non scommetterei un cent.

QUOTE=Frank;85855]Gruppetto di centro che sembrerebbe compatto, confermato il disastro totale di Williams che gira a poco meno di 4" dalle Mercedes. La più grande curiosità è vedere Red Bull con questo nuovo motore Honda.

Allarme affidabilità per la Ferrari... [/QUOTE]
Rispondi Con Citazione
  #9272  
Vecchio 15-03-2019, 16:01
L'avatar di Frank
Supermoderatore
Data Registrazione: Dec 2010
Messaggi: 18.014
Predefinito

Su McLaren avevo già scritto che mi convinceva molto poco. Potrà sfruttare i maggiori cv di Renault ma rimane una monoposto che si muove troppo e che non sembra saper scaricare bene i cv a terra. L'avevo notato in qualche onboard dei test in Spagna. E non credo che verrò smentito domani

Su Ferrari e Mercedes non mi pronuncio troppo. Essendo un circuito in cui non è facile sorpassare, penso che Hamilton comunque possa puntare alla pole e poi vincere il GP. Per Ferrari sarebbe già tanto non avere nessun problema e mostrare l'ottimo potenziale che tutti dicono. Poi magari non è detto che non esploda Leclerc da subito (nelle prove però ha fatto qualche errorino)
Rispondi Con Citazione
  #9273  
Vecchio 16-03-2019, 01:44
Utente esperto
Data Registrazione: Feb 2010
Località: 1 km da Maranello
Messaggi: 3.805
Predefinito

Sono andato a vedere chi ha fatto gli stint più lunghi nell'FP2, scoprendo che pochi hanno fatto più di 10 giri. Non solo mi sembra che Luigino abbia la velocità per fare la pole, ma l'impressione è che potrebbe anche avere il passo migliore.
Speriamo davvero che Ferrari e RB si siano nascoste, perchè se così non fosse, ci sarebbero le premesse per una supremazia ben marcata della scuderia di Woking, una storia più simile a quella del 2016 - 17 che a quella del 2018.

Citazione:
Originariamente Scritto da Frank Visualizza Messaggio
Su Ferrari e Mercedes non mi pronuncio troppo. Essendo un circuito in cui non è facile sorpassare, penso che Hamilton comunque possa puntare alla pole e poi vincere il GP.
Rispondi Con Citazione
  #9274  
Vecchio 16-03-2019, 11:20
L'avatar di Frank
Supermoderatore
Data Registrazione: Dec 2010
Messaggi: 18.014
Predefinito

Eh mi sa che hai ragione tu invece

Pole di Hamilton con un ottimo tempo, Bottas vicino e Vettel staccato di 7 decimi. Distacco ampio che non mi aspettavo sinceramente, adesso bisogna vedere in gara. Verstappen sembra fare i miracoli ed é 4° davanti ad un forse nervoso e impreciso Leclerc.

McLaren sorprendente davanti alle Renault ufficiali ma fanno meglio le Haas. Si é sgretolata un po' anche la Sauber, ma vedere il team ufficiale Renault a 2" dalla pole é veramente tristezza...

Dietro confermato il disastro Williams, Giovinazzi 14° e sicuramente poteva fare meglio ma deve prendere le misure in qualifica.

Vediamo cosa succede in gara anche se Melbourne é una pista un po' particolare
Rispondi Con Citazione
  #9275  
Vecchio 16-03-2019, 12:39
L'avatar di Frank
Supermoderatore
Data Registrazione: Dec 2010
Messaggi: 18.014
Predefinito

Vettel ha confermato che é rimasto sorpreso dal distacco preso dalle Mercedes ma dice che la Ferrari dei test era meglio rispetto a quella che guida in Australia. Resta da capire se il problema sia il set up per il time attack o se c'è proprio un problema di settaggio generale della macchina.

Per ora, ad impressione, Mercedes sembrerebbe molto più a posto e il grande potenziale mostrato da Ferrari resta nascosto da qualche parte...

In gara si chiariranno un po' di cose, ma aspetterei comunque dopo l'Australia prima di tirare giudizi concreti. Di certo i punti si prendono anche qui e la vittoria vale!
Rispondi Con Citazione
  #9276  
Vecchio 16-03-2019, 22:24
Utente esperto
Data Registrazione: Feb 2010
Località: 1 km da Maranello
Messaggi: 3.805
Predefinito

Tutte c..te!
Non se la sente perchè in Australia ha dovuto spingere davvero, mentre nei test, dato che la Mercedes andava "a spasso", gli sembrava di andar forte anche senza forzare, come invece ha dovuto fare qui.

...comunque, Mercedes e Ferrari hanno migliorato entrambe nello stesso modo.
Meglio di tutti ha fatto Sauber/Alfa, maglia nera la Williams.
A "naso", se RedBull avesse mantenuto il motore Renault, avrebbe abbassato il suo tempo di altri 3 decimi.
(Gasly non scherza, spinge. Non so se Verstappen avrà un'annata tanto tranquilla... )



Citazione:
Originariamente Scritto da Frank Visualizza Messaggio
Vettel ha confermato che é rimasto sorpreso dal distacco preso dalle Mercedes ma dice che la Ferrari dei test era meglio rispetto a quella che guida in Australia. Resta da capire se il problema sia il set up per il time attack o se c'è proprio un problema di settaggio generale della macchina.

Ultima modifica di tuner; 16-03-2019 alle 22:28
Rispondi Con Citazione
  #9277  
Vecchio 17-03-2019, 12:35
Utente esperto
Data Registrazione: Feb 2010
Località: 1 km da Maranello
Messaggi: 3.805
Predefinito

Mercedes stratosferica, con Hamilton penalizzato dalla decisione del suo team di "marcare" Vettel, la cui sosta anticipata è stata un errore tattico del box, che si aggiunge alla scarsa competitività mostrata dalla SF90.
Deprimente, ma soprattutto sintomatico del "siamo già alla frutta" anche l'ordine di scuderia negli ultimi giri, dove si frena Leclerc dietro Vettel, sebbene il monegasco abbia 1" di passo sul tedesco.
Se la Ferrari è un mezzo disastro, niente male invece la RedBull, che si è penalizzata da sola ieri, quando non ha fatto passare il Q1 a Gasly, su un circuito dove partire davanti è invece fondamentale.
Il guaio di questo campionato di F1, appena iniziato, sembra essere la ritrovata supremazia Mercedes, con Ferrari che dovrà sudare per giocarsi il posto di rincalzo (il gradino più basso del podio) con la RedBull, per non parlare del campionato degli altri, che girano con un passo gara mostruosamente lento (rispetto a Mercedes) di 1 secondo e mezzo al giro.
Riguardo gli esordienti, mi aspettavo qualcosa in più da Giovinazzi, mentre Norris l'ho visto all'altezza. Sugli altri è difficile esprimere giudizi, sia per le monoposto su cui corrono, che per il circuito particolarmente inadatto a mettersi in mostra.
L'unica speranza è che la Ferrari si sia sentita "forte" ed abbia cercato un'affidabilità, che però le ha fatto perdere il vantaggio (che credeva di avere). Confidiamo che il circuito australiano abbia poi peggiorato le cose, appiattendo tutti i livelli "a strati", per via della nota scarsa possibilità di sorpasso su questo tracciato (una noia... peggio dell'Hungaroring).
A tal proposito, direi che le nuove "regole", quelle che hanno rivoluzionato le macchine e l'aerodinamica (spoiler più grandi, DRS più aperto), siano state l'ennesimo totale fallimento tecnologico di una federazione che, anzichè modificare i regolamenti, (vorrebbe) imporre soluzioni che manipolano i risultati in modo antisportivo. Il risultato ottenuto è però sempre quello, cioè che si aggiungono costi a fronte di zero progressi, se non addirittura passi indietro.
Rispondi Con Citazione
  #9278  
Vecchio 17-03-2019, 13:17
L'avatar di Frank
Supermoderatore
Data Registrazione: Dec 2010
Messaggi: 18.014
Predefinito Grande Mercedes, che Bottas!

E che se lo aspettava un Bottas così! Perfetto, straripante e lucido il finlandese che si é preso una gran bella vittoria e bottino pieno di punti! Il modo migliore per rispondere alle critiche di tutti nel 2018. Ovviamente siamo solo all'inizio...

Su Hamilton é stata sbagliata la strategia, anche la Ferrari é stata imprecisa con Vettel. Un disastro per il Cavallino, ma questa Ferrari sembra davvero troppo brutta per essere vera. Direi molto benebla Red Bull con Verstappen, quest'anno possono sorprendere.

Mercedes in Australia ha dimostrato una supremazia schiacciante, non si può dire altro. É bene dire però che su questo tracciato é sempre sembrata a suo agio anche gli anni scorsi, nel 2018 nonostante abbia vinto Vettel, Hamilton era molto più veloce ma beffato dall'errore del box. Per Ferrari é stato un week end buio. Set up sbagliato, monoposto non al 100% del suo potenziale, errori anche di strategia. Secondo me neibHP più "caldi" i valori in campo sono destinati a cambiare. Le nuove regole potrebbero aver rimischiato un po' le carte ma i valori in campo reali non credo siano questi visti in Australia!

Sono certo però che la Mercedes é velocissima, monoposto molto performante. Resta un po' da verificare il passo quando le temperature elevate metteranno in crisi gli pneumatici. Anche in Australia il fattore gomme é stato parecchio rilevante. I prossimi commenti li farò più a freddo
Rispondi Con Citazione
  #9279  
Vecchio 17-03-2019, 17:00
Utente esperto
Data Registrazione: Feb 2010
Località: 1 km da Maranello
Messaggi: 3.805
Predefinito

Spero proprio che tu abbia ragione, perchè a detta di chi ne capisce, la scelta aerodinamica fatta dalla Ferrari è molto vincolante e preclude la possibilità di cambiare qualcosa di radicale.
Affinamenti, quindi, nulla che possa far trovare il secondo che manca...
Sempre secondo quelle voci autorevoli, anche nel caso in cui la Ferrari fosse stata davanti, con quella scelta poteva subire il ritorno della Mercedes, che ha invece seguito una strada differente, che lascia aperte varie possibilità di sviluppo, senza la necessità di cambiare scocca.
Peccato che si debbano attendere altri 2 GP prima di tornare a Barcellona, dove sarà interessante scoprire se la Ferrari tornerà ad essere "in palla" o se come è spesso successo, anche negli anni "bui", la supremazia dei test era solo un'illusione.
Quanto agli errori tattici, direi che fermare Vettel così presto significa essere consapevoli di un'inferiorità prestazionale drammatica, e confidare nel colpo di fortuna che ti cambia le cose. La corsa di Leclerc, tolto il rallentamento finale per ordini di scuderia, mi pare la fotografia esatta di dove si poteva arrivare. Distacchi imbarazzanti, inferiorità prestazionali anche con la RedBull.
Forse sbaglio, anzi me lo auguro, ma temo che a Maranello debbano ripiegare le loro ambizioni "mondiali", cercando almeno di star davanti alla RedBull, che quando metterà Gasly in condizioni di competere "la davanti", sarà molto vicino alle prestazioni di Verstappen.


Citazione:
Originariamente Scritto da Frank Visualizza Messaggio
Set up sbagliato, monoposto non al 100% del suo potenziale, errori anche di strategia. Secondo me neibHP più "caldi" i valori in campo sono destinati a cambiare. Le nuove regole potrebbero aver rimischiato un po' le carte ma i valori in campo reali non credo siano questi visti in Australia!
Rispondi Con Citazione
  #9280  
Vecchio 18-03-2019, 10:40
L'avatar di Frank
Supermoderatore
Data Registrazione: Dec 2010
Messaggi: 18.014
Predefinito

E' stato un week end storto, finito peggio probabilmente per la Ferrari. Troppo facile giudicare dopo una prima gara, che di solito a Melbourne è sempre strana.

Ad esempio l'anno scorso sia in qualifica che in gara mi era sembrato di vedere un'ottima Mercedes, ben più avanti della Ferrari ma poi fui completamente smentito in Bahrein. Aldilà della competitività della rossa o meno, il vero problema resta che anche con un monoposto superiore il Mondiale resta difficile da vincere contro il pacchetto Mercedes (piloti+team+monoposto).
Detto questo credo che Ferrari si sia trovata in difficoltà sin da subito a Melbourne non riuscendo a trovare la svolta. Crisi di set up, abbiamo visto anche l'anno scorso con Mercedes che quando non azzeccava la messa a punto diventava tutto in salita (Messico...). Però non si può certo far finta di niente, la Mercedes fa paura eccome, almeno qui ha stradominato anche se con Hamilton hanno fatto un buco nell'acqua.

Mi preoccupa sempre di più la situazione piloti in Ferrari. Non vorrei che anche l'assenza di Raikkonen si sia fatta sentire proprio dal punto di vista del set up e delle indicazioni che sapeva dare. Per com'era la Ferrari lo scorso anno, Kimi riusciva ad interpretarla meglio (sopratutto da metà campionato in poi) mentre Vettel non riusciva con il suo stile di guida a sfruttare al massimo gli pneumatici. Anche la mancanza di messa a punto può essere imputabile a input sbagliati da parte dei piloti. Leclerc lo giustifico, è nuovo nell'ambiente Ferrari e ha da capire ancora molte cose anche se in gara non mi è dispiaciuto (ma che rischio in partenza!). Sono convinto che può ancora sorprendere, e molto...

Per quanto riguarda gli altri, più o meno dico quello che ho detto per Ferrari. Bisogna aspettare le prime 3-4 gare per capire veramente pregi e difetti generali delle monoposto. L'unica certezza è la mediocrità della Williams, certamente ultima nel 2019. Red Bull mi pare abbia fatto uno step importante. Ottimo telaio, ottima messa a punto a Melbourne e Verstappen in palla. Il motore Honda risponde bene e in rettilineo hanno guadagnato, poi in Bahrein ci renderemo conto anche a livello di top speed. Bella sorpresa la Haas, partono sempre forte ma poi calano durante l'anno. Molto deludente Renault, mi pare siano lontani anni luce. Magari nelle prossime gare dimostrano di averne di più ma il debutto è stato preoccupante. Poi Hulkenberg come al solito ci mette una pezza...

Appunto sulle gomme: scandalose a mio parere le Pirelli. Gomme soft appena montate più lente di oltre mezzo secondo rispetto alle morbide con su 17-18 giri...ma dai
Se si continua così siamo veramente ai livelli di roulette russa. Praticamente le gialle hanno rovinato una gara ad Hamilton e Vettel. Aldilà che la strategia fosse sbagliata, indecente il rendimento
Rispondi Con Citazione
  #9281  
Vecchio 18-03-2019, 22:32
Utente esperto
Data Registrazione: Feb 2010
Località: 1 km da Maranello
Messaggi: 3.805
Predefinito

Vorrei essere altrettanto ottimista...
Lo strapotere Mercedes in Australia ha la firma di Bottas, pilota veloce, ma non un fuoriclasse come Hamilton. Cosa significa? Significa che la w10 è una scheggia e che Hamilton non avrà bisogno di metterci tanto di suo per andare in fuga e vincere il mondiale 2019, come invece ha dovuto fare nel 2018.
Se la SF90 è una monoposto di cui è difficile trovare l'assetto, Vettel e Leclerc non sono i piloti giusti per dare i feedback ai tecnici, ma soprattutto, il guaio è che qualcosa non va come dovrebbe a livello di simulatore.
Vedremo in Bahrain quanto sarà il gap con la Mercedes, mi auguro entro il mezzo secondo, ma credere che la situazione possa addirittura ribaltarsi a favore di Maranello, dopo quel che ho visto mi pare un'utopia.
Sarebbe già un bel progresso scoprire di poter star davanti alle RedBull, un team che ha sempre fatto grandi progressi nel corso dei campionati e che a Luglio, potrebbe diventare piuttosto pericoloso in assoluto.

Citazione:
Originariamente Scritto da Frank Visualizza Messaggio
Detto questo credo che Ferrari si sia trovata in difficoltà sin da subito a Melbourne non riuscendo a trovare la svolta. Crisi di set up, abbiamo visto anche l'anno scorso con Mercedes che quando non azzeccava la messa a punto diventava tutto in salita (Messico...). Però non si può certo far finta di niente, la Mercedes fa paura eccome, almeno qui ha stradominato anche se con Hamilton hanno fatto un buco nell'acqua.
Rispondi Con Citazione
  #9282  
Vecchio 18-03-2019, 23:05
L'avatar di Frank
Supermoderatore
Data Registrazione: Dec 2010
Messaggi: 18.014
Predefinito

Inutile girarci attorno, Melbourne é stato un completo disastro per Ferrari. Ho fiducia in quello che ha detto Binotto, convinto del potenziale della sua creatura. Vedremo...

Di certo vedere una Mercedes che é tornata a livelli stellari non sarebbe una sorpresa. Hamilton poi rimane la certezza, Bottas magari con questa Mercedes 2019 potrebbe aver ritrovato la fiducia che gli é mancata sulla monoposto 2018
Rispondi Con Citazione
  #9283  
Vecchio 19-03-2019, 01:50
Utente esperto
Data Registrazione: Feb 2010
Località: 1 km da Maranello
Messaggi: 3.805
Predefinito

"Cosa non ha funzionato a Melbourne? Più fattori sicuramente. Concentrandoci sui primi due giorni del weekend, e tralasciando i problemi alla Power Unit che hanno comportato l'utilizzo in Australia di mappature meno spinte per non comprometterne l'affidabilità (era già previsto, in ingresso al weekend), sicuramente ciò che non ha funzionato è stato il setup di base studiato al simulatore. Un assetto più scarico del solito, frutto di un compromesso per ovviare ad una minor spinta della Power Unit che non ha dato i risultati sperati in pista. Sia Vettel che Leclerc hanno dovuto lottare sia il venerdì che il sabato con un avantreno molto instabile che causava molto sottosterzo non solo in ingresso ma soprattutto a centrocurva. Anche con le modifiche di setup pensate in Australia e testate al simulatore di Maranello da Wehrlein tra la giornata di venerdì e quella di sabato, non ci sono stati purtroppo importanti passi in avanti."

https://www.f1analisitecnica.com/201...i-sf90-la.html
Rispondi Con Citazione
  #9284  
Vecchio 19-03-2019, 09:51
L'avatar di Frank
Supermoderatore
Data Registrazione: Dec 2010
Messaggi: 18.014
Predefinito

Citazione:
Originariamente Scritto da tuner Visualizza Messaggio
"Cosa non ha funzionato a Melbourne? Più fattori sicuramente. Concentrandoci sui primi due giorni del weekend, e tralasciando i problemi alla Power Unit che hanno comportato l'utilizzo in Australia di mappature meno spinte per non comprometterne l'affidabilità (era già previsto, in ingresso al weekend), sicuramente ciò che non ha funzionato è stato il setup di base studiato al simulatore. Un assetto più scarico del solito, frutto di un compromesso per ovviare ad una minor spinta della Power Unit che non ha dato i risultati sperati in pista. Sia Vettel che Leclerc hanno dovuto lottare sia il venerdì che il sabato con un avantreno molto instabile che causava molto sottosterzo non solo in ingresso ma soprattutto a centrocurva. Anche con le modifiche di setup pensate in Australia e testate al simulatore di Maranello da Wehrlein tra la giornata di venerdì e quella di sabato, non ci sono stati purtroppo importanti passi in avanti."

https://www.f1analisitecnica.com/201...i-sf90-la.html
Bene, finalmente un ottimo articolo e non le solite chiacchiere

Era quello che temevo sinceramente ma non avevo connesso le cose. I motori Ferrari sono sembrati meno pimpanti del solito, ora si capisce il perché. Effettivamente avevo scritto e sentito l'allarme affidabilità delle PU Ferrari, ora è tutto chiaro. Praticamente è stata una corsa in difesa sin dall'inizio, non il modo migliore per iniziare una stagione.

Il problema a questo punto è serio, perché se non funziona la PU tutto il resto cade. A livello aerodinamico non credo che Ferrari sia così inferiore a Mercedes, almeno non lo era con le regole/gomme 2018. Se quest'anno siano cambiati gli equilibri, questo lo scopriremo presto...

Resta il fatto che se ti vuoi giocare un Mondiale contro il team Mercedes l'affidabilità deve essere la base. Caduta la base, praticamente è caduta anche tutta la SF90 a Melbourne. Temo non sarà un Marzo semplice a Maranello, vediamo cosa succede in Bahrein
Rispondi Con Citazione
  #9285  
Vecchio 19-03-2019, 12:16
Utente esperto
Data Registrazione: Feb 2010
Località: 1 km da Maranello
Messaggi: 3.805
Predefinito

Prima che la F1 adottasse il concetto di deportanza aerodinamica (Lotus), la possibilità di avere tenuta e velocità di percorrenza nelle curve dipendeva dalle superfici alari "aggiunte", alettone posteriore e spoiler anteriore. Trasformare la scocca stessa in una superficie alare, ha consentito di ottenere maggiore aderenza, senza dover pagare il conto di una maggior resistenza all'avanzamento.
Il regolamento 2019 ha in qualche modo limitato la deportanza ottenuta con la forma stessa della monoposto, e la tenuta in curva è stata recuperata con le superfici "aggiuntive", alettone e spoiler.
Tolti i "maghi" come Newey, che riescono sempre a recuperare deportanza in un modo che limita comunque la resistenza "aggiuntiva" all'avanzamento, il risultato è che nel 2019 servono più Cv per ottenere le stesse prestazioni.
Dato che a Maranello lavorano ingegneri competenti, è chiaro che ne sono consapevoli e che avranno necessariamente lavorato per incrementare la prestazioni della PU, rispetto al 2018. Andare ad agire sulla PU in termini prestazionali, significa rischiare sull'affidabilità e visto anche il limite dei 3 motori a stagione, è stato giusto privilegiare l'ottica campionato, perchè son meglio un 4° e 5° posto al traguardo, con motore integro, che zero punti e motore "arrosto".
Tuttavia, se l'affidabilità si recupera abbassando le prestazioni della PU a livelli tali da diventare la terza forza del mondiale, il problema è molto serio, drammaticamente serio. Se hai progettato l'aerodinamica considerando di poter disporre di una certa potenza eppoi ti ritrovi ad averne meno, la realtà è che il tuo telaio può anche essere "fenomenale", ma è comunque "sbagliato" perchè inadatto alla tua PU.
Scaricare il carico sulle appendici per ritrovare velocità ti rende la monoposto meno guidabile e con minor trazione, quindi, alla fine, sarebbe stata "meglio" un'aerodinamica meno prestazionale, ma più efficiente in termini di minor resistenza all'avanzamento.
Ora, se è vero che la "filosofia" adottata sulla SF90 non consente modifiche "concettuali" e limiterà anche le possibilità di sviluppo, alla Ferrari non resta che lavorare sulla PU per far in modo di disporre dei Cv che servono.
Se ci riescono, allora rivedremo le prestazioni sperate, ma se la cosa non dovesse riuscire, recuperare prestazione per altra via richiederà un altro progetto ed il guaio sarà tale da compromettere in partenza il campionato 2019.



Citazione:
Originariamente Scritto da Frank Visualizza Messaggio
A livello aerodinamico non credo che Ferrari sia così inferiore a Mercedes, almeno non lo era con le regole/gomme 2018.

Ultima modifica di tuner; 19-03-2019 alle 12:19
Rispondi Con Citazione
Rispondi

Strumenti Discussione

Regole di Scrittura
Tu non puoi inviare nuove discussioni
Tu non puoi inviare risposte
Tu non puoi inviare allegati
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice BB è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato
Trackbacks are Attivato
Pingbacks are Attivato
Refbacks are Attivato

Vai al Forum


Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 07:14.