Mondo pneumatici Il forum di discussione generale sul mondo degli pneumatici

Rispondi
 
LinkBack Strumenti Discussione
  #1  
Vecchio 17-10-2014, 14:31
Nuovo iscritto
Data Registrazione: Oct 2014
Messaggi: 2
Predefinito Consiglio per montaggio pneumatici invernali

Buon giorno a tutti,
ho acquistato da poco una lancia ypsilon elefantino che monta 185/55/15.
Sul libretto indica anche 195/45/16 - 195/50/15

Io ho le gomme dello scorso anno che sono 195/55/15 con anche il proprio cerchio ...

E' ovvio che non e regolare montare questa ultima misura, ma lameno posso riutilizzare il cerchio e se si su quale misura di pneumatico ?

Spero di essere stata chiara, grazie a chi rispondera

ciao
Rispondi Con Citazione
  #2  
Vecchio 17-10-2014, 14:59
L'avatar di The Tramp
Utente apprendista
Data Registrazione: Oct 2011
Località: Gran Bretagna
Messaggi: 436
Predefinito

Di che macchina era quel cerchio che vuoi adottare?
__________________
The Tramp, fiero d'aver fondato HSF nel 2007.
Toyota Prius XW20 (08/2005) - 1497cc/76hp (1NZ-FXE) + 50kW - Diario di Bordo
Rispondi Con Citazione
  #3  
Vecchio 17-10-2014, 15:04
Nuovo iscritto
Data Registrazione: Oct 2014
Messaggi: 2
Predefinito

Non saprei ..
e' un cerchio preso da un carrozziere ...
e prima avevo sempre una lancia ypsilon
Rispondi Con Citazione
  #4  
Vecchio 17-10-2014, 22:00
L'avatar di The Tramp
Utente apprendista
Data Registrazione: Oct 2011
Località: Gran Bretagna
Messaggi: 436
Predefinito

E il cerchio ci sta sul mozzo?
__________________
The Tramp, fiero d'aver fondato HSF nel 2007.
Toyota Prius XW20 (08/2005) - 1497cc/76hp (1NZ-FXE) + 50kW - Diario di Bordo
Rispondi Con Citazione
  #5  
Vecchio 30-10-2014, 13:52
Nuovo iscritto
Data Registrazione: Oct 2014
Messaggi: 2
Predefinito

Ciao a tutti, scrivo qua onde evitare altri topic aperti. Ho un'Audi S3 1.8t del 2000. Siccome abito in montagna a 2000m e mi capita spesso di dovermi spostare di vallata in vallata ho bisogno di un buon treno di gomme per restare tranquillo tutto l'inverno sotto pesante neve e ghiaccio. La macchina già di suo ha l'Haldex che anche se non è il massimo fa comunque il suo dovere, ma vorrei lo stesso delle ottime gomme per rimanere tranquillo. Non la uso tantissimo durante il periodo invernale, ma quando ritorno in città sono 250km e come ho detto prima ogni tanto mi sposto nelle vallate.
Ho sentito che molti si trovano bene con le Nokian e alcuni le considerano le migliori per la neve, però io veramente sono spaesato nel campo e non vorrei superare le 500€; se sapete consigliarmi qualcosa ve ne sarei grato, intanto grazie in anticipo.

Le gomme sono 225/45/17 altrimenti 205/55/16.

Ultima modifica di Kibido; 30-10-2014 alle 14:48
Rispondi Con Citazione
  #6  
Vecchio 10-11-2014, 01:58
Utente apprendista
Data Registrazione: Oct 2014
Località: Castel Maggiore BOLOGNA
Messaggi: 132
Predefinito

Ciao, mi chiamo Paolo e abito a Castel Maggiore BOLOGNA, vorrei dire la mia per eliminare la confusione che persiste attorno a quest’argomento.
Per Li977 i pneumatici antineve devono avere le misure e gl'indici di carico e di velocità indicate sul libretto per i pneumatici estivi, oltre alla siglatura M+S ovviamente; il cerchio può andare bene di qualsiasi marca purché 1 - la foratura per le viti vada bene sul mozzo 2 - il diametro in pollici e la larghezza in mm. del cerchione sia adatta ai pneumatici indicati sul libretto - 3 l'offset in mm. del cerchione, positivo o negativo che sia sia identico a quello dei cerchi originali.
Per Kibido riporto una risposta che ho già dato in un altro post, dedotta dalla mia esperienza.
A - l'aggettivo "TERMICHE" definisce la composizione chimica del pneumatico (mescola) con meno lattice e più silice (sabbia) che gli permette di rimanere più morbido fino a 5 gradi sotto zero, mentre i pneumatici "NORMALI" induriscono già a 5 gradi sopra zero, perdendo gripp (aderenza all’asfalto) e producendo saltellamenti laterali, in curva, e longitudinali, in frenata; tutto ciò, però, in condizioni di ASFALTO ASCIUTTO! L’icona di riconoscimento è una montagna con tre picchi, con al centro un fiocco di neve, questa caratteristica NON è MAI richiesta dalle forze dell’ordine, nemmeno da Novembre a marzo.
B - L'aggettivo "ANTINEVE" definisce la scolpitura del battistrada che gli conferisce la proprietà di incidere e scaricare la neve in modo da mantenere una buona presa a terra, per quanto permesso dalle 4 "Cartoline" che rappresentano l'accoppiamento delle ruote al terreno. L’icona di riconoscimento è la sigla M+S quella che le forze dell’ordine PRETENDONO di trovare da Novembre a Marzo.
C - nel fuoristrada, da almeno 30 anni, esiste la siglatura M+S (MUD = FANGO, SNOW = NEVE) e indica una scolpitura del battistrada adatta al 50% alla strada e al 50% al fuoristrada (fango e neve), rappresenta il primo equipaggiamento di tutti i FUORISTRADA (NON dei Suw) e si usa tutto l'anno, per cui non può essere anche termico (da qui la definizione superficiale dei gommisti "QUATTROSTAGIONI"), è il minimo ammesso nel fuoristrada: ai raduni in cui il fango è presente, anche in minima parte del tracciato, si pretendono pneumatici adatti all'80% per fuoristrada e 20% strada (non più M+S ma specialistici).
D - da quando alcuni paesi europei hanno introdotto l'obbligo di catene o pneumatici invernali (ANTINEVE - NON TERMICI), durante il periodo invernale, i costruttori di pneumatici hanno anticipato i governi, mutuando la sigla M+S dal fuoristrada, applicandola, con aggressività commerciale, a molti pneumatici, in modo che le forze dell'ordine potessero riconoscerli come “antineve”; in MANCANZA però, di omologazione di questi pneumatici da parte del Ministero della Motorizzazione come ANTINEVE, si assiste alla siglatura M+S su pneumatici che hanno scolpiture assolutamente incompatibili con la neve, per esempio, quelle con la scolpitura a V, comparse sul mercato alcuni anni fa, su gomme estive, come la panacea contro l'acquaplanning, sconfessate però dal mercato, e ormai non più prodotte a tale scopo, sono state prontamente riciclate come M+S (se non scaricavano l'acqua, figurarsi la neve!).
Per sapere che scolpitura deve avere un pneumatico da neve, basta guardare gli M+S montati di serie su fuoristrada quali il TOYOTA Land Cruiser o il MITSUBISHI Pajero.
E inoltre, un pneumatico da neve termico è da considerarsi un ossimoro (una contraddizione in termini): la neve, magari con fondo ghiacciato, và affrontata con catene che possano incidere ed ancorarsi al ghiaccio sottostante (vedasi i mezzi operativi dotati di catene a reti esagonali su tutte 4 le ruote) o di chiodi (con paraspruzzi sui parafanghi,come prevede la legge), per avere il miglior ancoraggio al fondo ghiacciato, un battistrada "Indurito" è la cosa più simile ad una catena o ad un chiodo per incidere il ghiaccio, per contro, un pneumatico ancora morbido a 5 gradi sotto zero ( la neve si forma a 0 gradi), è controproducente, oltre a non incidere lo strato ghiacciato, quando montato poi su di un vero fuoristrada, solitamente pesante, dotato inoltre di una coppia molto elevata, e magari con le ridotte inserite, potrebbe, addirittura,“perdere i tasselli" incontrando un ostacolo. Non credo che ci sia un solo fuoristradista che, sul proprio 4X4, monterebbe delle coperture termiche. Le coperture termiche hanno, a mio avviso, un solo campo di utilizzo: nei paesi del nord’Europa dove li hanno inventati, Germania e oltre, dove per 8 mesi all’anno, magari solo in certe ore, la temperatura è intorno allo zero, ed in CONDIZIONI CLIMATICHE OTTIMALI e CON ASFALTO ASCIUTTO, si possono percorrere autostrade senza limitazioni di velocità: non avere coperture termiche, significherebbe rischiare l’incidente o dover autolimitare la velocità, ovviamente con auto adatte; la copertura M+S è, per sua natura, inadatta ad alte prestazioni (fianco alto, scolpitura trasversale anziché longitudinale, ottimizzazione per fondi diversi oltreché all’asfalto ecc.), che sia anche termica è da considerarsi, perciò, un ossimoro.
Le M+S attuali (purché non anche termiche) hanno rotolamento, consumo di carburante, resa chilometrica, rumorosità, tenuta laterale e longitudinale in frenata, simili ai pneumatici normali, ed una miglior capacità di scaricare l’acqua evitando fenomeni di acqua planning, che con le bombe d’acqua estive li rendono più sicuri dei normali anche d’estate.
Questo è un argomento interessante: principalmente per la sicurezza, secondariamente per evitare di essere presi in giro da produttori e negozianti, il gommista ti vende e monta un secondo treno di gomme termiche e quattro cerchi nuovi e per una piccola auto se ne vanno 800 €, poi ogni sei mesi devi andare da lui a farti sostituire le gomme, e via altri 100 € due volte l'anno per il cambio semestrale, poi le normali o le termiche inutilizzate le lasci in deposito al gommista tutto l'anno e sono altri 100 €, dopo 3/4 anni hai tutti e due i treni di gomme a metà del consumo ma già induriti: le termiche si comportano come le normali e le normali rimbalzano ergo!!!
Per finire, creata la necessità, segue la domanda ed il gommista cavalcando l'onda ti dice: "le termiche per l'inverno sono l'ideale, costano un 20% in più, ma cosa vuole , le termiche costano, ed invece è vero proprio il contrario.
Se andate su un sito di vendita di pneumatici online e scegliete un pneumatico M+S che sia prodotto sia in versione NORMALE che TERMICA (stesse misure e stessi indici di carico e di velocità) scoprirete che il termico costa meno del normale: meno lattice (la componente costosa) e più silice (sabbia) nella mescola, questo è il principale motivo della minor durata: meno lattice = meno chilometri.
Questo è quanto dedotto dalla mia esperienza, fatemi sapere cosa ne pensate.
Ciao Paolo
Rispondi Con Citazione
  #7  
Vecchio 10-11-2014, 03:09
Nuovo iscritto
Data Registrazione: Oct 2014
Messaggi: 2
Predefinito

Citazione:
Originariamente Scritto da dpaolo Visualizza Messaggio
Ciao, mi chiamo Paolo e abito a Castel Maggiore BOLOGNA, vorrei dire la mia per eliminare la confusione che persiste attorno a quest’argomento.
Per Li977 i pneumatici antineve devono avere le misure e gl'indici di carico e di velocità indicate sul libretto per i pneumatici estivi, oltre alla siglatura M+S ovviamente; il cerchio può andare bene di qualsiasi marca purché 1 - la foratura per le viti vada bene sul mozzo 2 - il diametro in pollici e la larghezza in mm. del cerchione sia adatta ai pneumatici indicati sul libretto - 3 l'offset in mm. del cerchione, positivo o negativo che sia sia identico a quello dei cerchi originali.
Per Kibido riporto una risposta che ho già dato in un altro post, dedotta dalla mia esperienza.
A - l'aggettivo "TERMICHE" definisce la composizione chimica del pneumatico (mescola) con meno lattice e più silice (sabbia) che gli permette di rimanere più morbido fino a 5 gradi sotto zero, mentre i pneumatici "NORMALI" induriscono già a 5 gradi sopra zero, perdendo gripp (aderenza all’asfalto) e producendo saltellamenti laterali, in curva, e longitudinali, in frenata; tutto ciò, però, in condizioni di ASFALTO ASCIUTTO! L’icona di riconoscimento è una montagna con tre picchi, con al centro un fiocco di neve, questa caratteristica NON è MAI richiesta dalle forze dell’ordine, nemmeno da Novembre a marzo.
B - L'aggettivo "ANTINEVE" definisce la scolpitura del battistrada che gli conferisce la proprietà di incidere e scaricare la neve in modo da mantenere una buona presa a terra, per quanto permesso dalle 4 "Cartoline" che rappresentano l'accoppiamento delle ruote al terreno. L’icona di riconoscimento è la sigla M+S quella che le forze dell’ordine PRETENDONO di trovare da Novembre a Marzo.
C - nel fuoristrada, da almeno 30 anni, esiste la siglatura M+S (MUD = FANGO, SNOW = NEVE) e indica una scolpitura del battistrada adatta al 50% alla strada e al 50% al fuoristrada (fango e neve), rappresenta il primo equipaggiamento di tutti i FUORISTRADA (NON dei Suw) e si usa tutto l'anno, per cui non può essere anche termico (da qui la definizione superficiale dei gommisti "QUATTROSTAGIONI"), è il minimo ammesso nel fuoristrada: ai raduni in cui il fango è presente, anche in minima parte del tracciato, si pretendono pneumatici adatti all'80% per fuoristrada e 20% strada (non più M+S ma specialistici).
D - da quando alcuni paesi europei hanno introdotto l'obbligo di catene o pneumatici invernali (ANTINEVE - NON TERMICI), durante il periodo invernale, i costruttori di pneumatici hanno anticipato i governi, mutuando la sigla M+S dal fuoristrada, applicandola, con aggressività commerciale, a molti pneumatici, in modo che le forze dell'ordine potessero riconoscerli come “antineve”; in MANCANZA però, di omologazione di questi pneumatici da parte del Ministero della Motorizzazione come ANTINEVE, si assiste alla siglatura M+S su pneumatici che hanno scolpiture assolutamente incompatibili con la neve, per esempio, quelle con la scolpitura a V, comparse sul mercato alcuni anni fa, su gomme estive, come la panacea contro l'acquaplanning, sconfessate però dal mercato, e ormai non più prodotte a tale scopo, sono state prontamente riciclate come M+S (se non scaricavano l'acqua, figurarsi la neve!).
Per sapere che scolpitura deve avere un pneumatico da neve, basta guardare gli M+S montati di serie su fuoristrada quali il TOYOTA Land Cruiser o il MITSUBISHI Pajero.
E inoltre, un pneumatico da neve termico è da considerarsi un ossimoro (una contraddizione in termini): la neve, magari con fondo ghiacciato, và affrontata con catene che possano incidere ed ancorarsi al ghiaccio sottostante (vedasi i mezzi operativi dotati di catene a reti esagonali su tutte 4 le ruote) o di chiodi (con paraspruzzi sui parafanghi,come prevede la legge), per avere il miglior ancoraggio al fondo ghiacciato, un battistrada "Indurito" è la cosa più simile ad una catena o ad un chiodo per incidere il ghiaccio, per contro, un pneumatico ancora morbido a 5 gradi sotto zero ( la neve si forma a 0 gradi), è controproducente, oltre a non incidere lo strato ghiacciato, quando montato poi su di un vero fuoristrada, solitamente pesante, dotato inoltre di una coppia molto elevata, e magari con le ridotte inserite, potrebbe, addirittura,“perdere i tasselli" incontrando un ostacolo. Non credo che ci sia un solo fuoristradista che, sul proprio 4X4, monterebbe delle coperture termiche. Le coperture termiche hanno, a mio avviso, un solo campo di utilizzo: nei paesi del nord’Europa dove li hanno inventati, Germania e oltre, dove per 8 mesi all’anno, magari solo in certe ore, la temperatura è intorno allo zero, ed in CONDIZIONI CLIMATICHE OTTIMALI e CON ASFALTO ASCIUTTO, si possono percorrere autostrade senza limitazioni di velocità: non avere coperture termiche, significherebbe rischiare l’incidente o dover autolimitare la velocità, ovviamente con auto adatte; la copertura M+S è, per sua natura, inadatta ad alte prestazioni (fianco alto, scolpitura trasversale anziché longitudinale, ottimizzazione per fondi diversi oltreché all’asfalto ecc.), che sia anche termica è da considerarsi, perciò, un ossimoro.
Le M+S attuali (purché non anche termiche) hanno rotolamento, consumo di carburante, resa chilometrica, rumorosità, tenuta laterale e longitudinale in frenata, simili ai pneumatici normali, ed una miglior capacità di scaricare l’acqua evitando fenomeni di acqua planning, che con le bombe d’acqua estive li rendono più sicuri dei normali anche d’estate.
Questo è un argomento interessante: principalmente per la sicurezza, secondariamente per evitare di essere presi in giro da produttori e negozianti, il gommista ti vende e monta un secondo treno di gomme termiche e quattro cerchi nuovi e per una piccola auto se ne vanno 800 €, poi ogni sei mesi devi andare da lui a farti sostituire le gomme, e via altri 100 € due volte l'anno per il cambio semestrale, poi le normali o le termiche inutilizzate le lasci in deposito al gommista tutto l'anno e sono altri 100 €, dopo 3/4 anni hai tutti e due i treni di gomme a metà del consumo ma già induriti: le termiche si comportano come le normali e le normali rimbalzano ergo!!!
Per finire, creata la necessità, segue la domanda ed il gommista cavalcando l'onda ti dice: "le termiche per l'inverno sono l'ideale, costano un 20% in più, ma cosa vuole , le termiche costano, ed invece è vero proprio il contrario.
Se andate su un sito di vendita di pneumatici online e scegliete un pneumatico M+S che sia prodotto sia in versione NORMALE che TERMICA (stesse misure e stessi indici di carico e di velocità) scoprirete che il termico costa meno del normale: meno lattice (la componente costosa) e più silice (sabbia) nella mescola, questo è il principale motivo della minor durata: meno lattice = meno chilometri.
Questo è quanto dedotto dalla mia esperienza, fatemi sapere cosa ne pensate.
Ciao Paolo
Va bene, ma quindi che cosa risponderesti alla mia domanda?
Rispondi Con Citazione
  #8  
Vecchio 10-11-2014, 16:42
Utente apprendista
Data Registrazione: Oct 2014
Località: Castel Maggiore BOLOGNA
Messaggi: 132
Predefinito

Ciao Kibido,mi piace condividere le mie esperienze con gli altri ma, normalmente, evito di consigliare marca e modello degli oggetti di cui si sta parlando, lascio che la responsabilità della scelta rimanga sulle spalle di chi poi se la deve godere.
Dato che me lo chiedi ti consiglio i BRIDGESTONE A001-205/55-R16-91H (omologati fino a 210 Km/H) o i 91V (omologati fino a 240 Km/H) dato che non indichi i valori di carico e di velocità, tutti e due a 102,64€ cad. consegnati presso il gommista da te scelto in una rosa fra quelli vicino a casa tua convenzionati con il venditore, www.gommadiretto.it; dovrai aggiungere circa 11,00€ a pneumatico per la sostituzione degli stessi, delle valvole di gonfi aggio, per l’equilibriatura e lo smaltimento dei vecchi pneumatici, e te li potrai godere tutto l’anno.
Sulla POLO di mia moglie li ho sostituiti ai vecchi BRIDGESTONE TURANZA (estivi prestazionali) e lei non ha notato differenze.
Ti consiglio di simulare l’acquisto arrivando alla scelta del gommista, segnarti indirizzo e N° di telefono degli stessi e poi andarli a trovare personalmente in ordine di gradimento, ed assicurarti dell’accettazione della consegna presso di loro dei pneumatici e degli altri termini contrattuali concordati dal venditore; scelto il gommista ritornare su internet e perfezionare l’acquisto, in 3/7 gg. arrivano.
Se poi oltreché M+S li volessi anche TERMICI, sempre su Compra pneumatici online – gommadiretto.it, selezionando nella prima tendina “pneumatici invernali” (anziché “pneumatici per tutte le stagioni” come per i solo M+S), puoi vedere i BRIDGESTONE BLIZZAK LM-25-RFT-205/55-R16-91H-runflat, battistrada identico a quelli sopraindicati (i 91V non ci sono, probabilmente con i termici non si può arrivare a queste prestazioni) a 107,14€ cad. (questi costano di più dei soli M+S, forse perché runflat) consegnati presso il gommista prescelto; ovviamente dovrai considerare di avere un secondo treno di ruote (cerchi compresi) da utilizzare nella bella stagione, pena l’elevatissimo consumo dei pneumatici.
Buon lavoro.
Ciao Paolo.
Rispondi Con Citazione
Rispondi

Strumenti Discussione

Regole di Scrittura
Tu non puoi inviare nuove discussioni
Tu non puoi inviare risposte
Tu non puoi inviare allegati
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice BB è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato
Trackbacks are Attivato
Pingbacks are Attivato
Refbacks are Attivato

Vai al Forum


Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 04:28.